Il rientro verso puerto Imenez

Nel tentativo di avvistare qualche animale interessante lasciamo la Serena al buio.Durate la notte qualche Pecari, aquilotto e opossum è venuto a farci visita.Riprendiamo il cammino, circa 25 km, che si snoda verso la costa, si alternano passaggi tra spiaggia, foresta e fiumi.Fiumi che sono infestati da coccodrilli, e bisogna attraversarli a piedi… e oceano con squali che arrivano sino a riva!Un po’ piu’ di animali si riescono a fotografare, anche se sempre molto sporchi dalla vegetazione,Bradipo, formichere, pecari, tutte le quattro tipologie di scimmie, ara e picchio.Per nostra fortuna il sole ha deciso di non presentarsi all’appello, dobbiamo fare una ventina di km a piedi e pensare di farli sulla spiagia…

Gia’ cosi’ siamo vicini ai trenta…Tra una sosta ed una foto, ci trasciniamo al gate di uscita dove una bella birra non ce’ la leva nessuno!Al supermercato in paese, faccio spesa per fare un bel piatto di pasta, qua si va avanti a riso e pollo… altrimenti!Riesco ad organizzare un bello spaghetto alle vongole, in realta’ sembrano piu’ dei fasolari piccoli… ma tante’ che col vino bianco argentino, non ne rimane gran che’!

A nanna tra le scimmie urlatrici che ce ne sono piu’ qua’ in campeggio che nella riserva natralistica, perdonte l’italiano.

One thought on “Il rientro verso puerto Imenez

  • Manu
    10 Gennaio 2019, 7:44

    Coccodrilli e squali!!! E che bella la foto dell’animaletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *