Un giorno in cargo!

La notte un po’ di mare disturba Nene e luca, prontamente la ragazza che si occupa di quei quattro passeggeri, trova un paio di pastiglie…

All’interno un mega camionista non smette un secondo di russare come un tricheco!
Decido che passerò la notte fuori… trovo un angolo tra il grigliato del ponte e il container “sala pranzo” i coperto mi sveglio alle 6…Freddo come il mediterraneo a ottobre giù verso Malta…
La sistemazione della nave è proprio basica:due container, servizi e sala, e due sale poltrone per un totale di una sessantina di posti.
Meglio della chiatta del Sudan e peggio dell’Habib…
Comunque dopo 24 ore interminabili, entriamo nella baia di La Paz.Prima tolgono dal ponte principale tutti i rimorchi frigorifero con un’apposita motrice, poi, finalmente, è  il nostro turno!
L’uscita è altrettanto curiosa: nuovo controllo narcotici da parte della marina, nota che prima di imbarcare un simpatico cane aveva già rovistato la Fenice per intero… pagamento tassa di entrata nella baia, poi, il passaggio alla fumigatura. Una sorta di disinfestazione al mezzo. Peccato che è solo una modo gentile di estorsione di quei 50 pesos…Usciamo finalmente e ci allontaniamo dalla cittadina apprezzandone la pulizia e costruzione molto semplice.
Poco alla periferia ce’ un fantastico RV park.  Ci piazziamo e cuciniamo tranquillamente nella struttura.
I mezzi che incontriamo sono pazzeschi!
Ford pick up da 8000 di cilindrata che trainano roulotte con lati espandibili.Ne avevo viste su YT, ma dal vivo fanno impressione.
Docce calde e clima ottimo tolgono un po’ di fatica della navigazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *