San Cristobal e il canon del Sumidero.

La notte passata nel campeggio di San cristobal È stata bella fresca. A 2300 metri di quota le temperature sono cambiate in modo considerevole. Fortunatamente possiamo usufruire della dependance e quindi poter fare una colazione al riparo dal freddo. Questa mattina siamo decisamente in anticipo sull’orario normale…

Entriamo nella piccola città di San cristobal e subito abbiamo un’impressione molto positiva. Case basse, niente palazzi e di diverse tinteggiature ne confluiscono un aspetto molto famigliare.

Tra l’altro è forse primo paese con una assoluta pulizia. La cattedrale costruita dagli spagnoli a nessuno interno pareti completamente rivestite di oro zecchino punto purtroppo in fase di ristrutturazione non è possibile ammirarle inquanto protette dateli. Raggiungiamo un punto di vista leggermente rialzato dove però in realtà si vede ben poco.

Lasciamo San cristobal in direzione di Camula. A San juan di Camula esiste una forte tradizione di sciamani che tutti i giorni effettuano riti all’interno di una chiesa sconsacrata. Non passano 5 minuti che dei fortissimi botti rimbombano nella piazza. Sono gli addettiper lesplosione di grossi petardi e razzi che sì innalzano nel cielo. Vietatissimo fare fotografie all’interno della Chiesa… vengo beccato , ovviamente, dagli sciamani di controllo che mi buttano fuori per una foto fatta col telefonino!D’altronde per documentare qualcosa alla fine bisognava pur rischiare… Riprendendo la via per il Canyon del sumidero ci fermiamo in una fantastica polleria per nutrire il corpo oltre lo spirito. Posto strepitoso!

Finalmente la strada è civile e veloce, ma il sottoscritto, senza freni, non può fare il fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *