In attesa del passaporto

Dopo il furto dei documenti, la cosa più importante è ovviamente ottenerne uno nuovo…
All’ambasciata di Santiago, sono stati  gentilissimi per facilitarmi ad uscire da questo problema.
In realtà esiste una sorta di “lasciapassare” che possono rilasciare per rientrare nel paese di residenza. Quindi se avessi dovuto rientrare in Italia, la procedura sarebbe stata più easy.
Come sempre quando non si ha tanto tempo, la sfortuna si aggrega dando sorta ad uno tsunami di eventi negativi…
Attendo il nullaosta dalla questura di Varese, ma ho davanti sabato e domenica… Qui in Chile c’è un’agitazione sindacale delle uniche due compagnie di volo…
Oggi appena alzato sono andato nel più bel hotel di san Pedro e mi sono fatto aiutare per prendere i biglietti per la capitale:deve venire anche Nenè per firmare il rilascio..
Come detto i siti vanno a singhiozzo, poi dopo aver provato tre cc differenti desisto e torno alla residensia Quinto adela e mi confronto con il resto dei viaggiatori.
Enrico sta riparando la pompa di travaso del gasolio, facendo provviste ecc.
Abbiamo stabilito dei punti di riportò per poterci incontrare nel viaggio verso nord della Bolivia, io ho il localizzatore e quindi quando riuscirò a muovermi loro vedranno e potranno mandarmi la loro posizione, ammesso di avere una connessione internet.
Ci salutiamo e partono per la dogana appena pranzato… Prima o poi ci incontreremo!
Questa mattina Nenè ha pulito la Fenice a dovere, io dopo un caffè espresso uscito direttamente da una macchinetta portatile della Lavazza, sostituiscono la guarnizione del differenziale posteriore che si era danneggiata nel viaggio precedente.
Luca mi sta aiutando molto in questi piccoli lavori, e questo è forse l’aspetto positivo dall’inconveniente accadutoci.

image

Passò tutto il pomeriggio con l’aiuto di Miguel, il gestore dell’ostello, nell’intento di trovare il volo per questa sera stessa. L’acquisto lo può fare con la sua carta di credito, mentre per le nostre europee non è concesso l’acquisto in internet…
Sono ormai le sette e non si riesce a trovare nulla di concreto, decido quindi di andare a Calama e comprare i biglietti al ceck in.
Le due persone avanti a noi prendono gli ultimi posti disponibili, e questo per tornare alla giornata fortunata!
Rientrati a san Pedro, ceniamo, e sono ormai le undici, ancora al PC… Miguel trova questa soluzione:andata l’indomani in bus, e ritorno in aereo il martedì.
22h di bus e speriamo di avere il documento dall’Italia, le foto tessera le farò a Santiago.
Del resto della banda non si hanno notizie, segno che sono saltati in Bolivia.
Noche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *