Da bariloche a Juin de os andes

Il risveglio nella fantastica cabanas di bariloche tiff infomationnon poteva che essere dei migliori. Il cielo e’ colmo di nubi già all’alba, il vento e’ sostenuto come sempre… la vista strepitosa. Mettiamo un po’ di ordine tra vestiario e viveri e decidiamo il proseguo della giornata, dobbiamo seguire la strada dei sette laghi, un anello che si snoda tra le montagne e costeggia un lago via l’altro, prima pero’ tentiamo una improbabile visita a una famosa fabbrica di cioccolato. Infatti fabbrica chiusa e poi trattasi di un museo, ci si dirige quindi verso nord seguendo la RN40, costeggiando prima il lago i bariloche e per curiosita’ butto il naso della fenice nel sito di volo a vela famoso in tutto il mondo. Poi pieghiamo verso l’entroterra. Il paesaggio e’ veramente bello e vario, grandi cumuli spazzati dal vento portano qua e la’ degli spruzzi d’acqua, talvolta neve… una deviazione lascia l’asfalto e con uno sterrato perfetto ci addentriamo in un bosco di conifere secolari. _ALP0662Costeggiamo laghi dal color blu cobalto, rocce a picco sull’acqua increspata dal vento. In uno spiazzo a ridosso facciamo uno spuntino e ci godiamo il paesaggio. Proseguaimo questa pista bella e anche veloce, saltiamo san Antonio de Los cobres e rientriamo a j.d.Los andes.
Troviamo un campeggio su una piccola isola tra le rive di un torrente, il vento non e’ eccessivo e soprattutto passa alto, montiamo la nostra tenda ristoro e possiamo gustarci una buona pasta, la temperatura e’ ancora bassa e il riscaldatore viaggia che e’ una meraviglia… ma un po’ di confort non guasta! Abbiamo fatto un 300km. Gli ultimi arrivati hanno ancora un po’ di jetlag quindi in branda per il pronto risveglio di domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *