Top
  >  

Due Land 110 SW ed un Toyota Four Runner diesel. Tutti noi nei vari viaggi ed esperienze ed anche di navigazione in mare abbiamo avuto degli imput che ci hanno fatto pensare e realizzare dei mezzi adeguati alle nostre esigenze, tutte

logo_africa_cross1Attraversare il continente africano con i nostri 4x4, arrivare a Citta’ del Capo e successivamente trasbordare i fuoristrada inMadacascar. Il viaggio che viene fatto da tutti i componenti delle famiglie sara’ suddiviso in tappe compatibilmente con gli impegni di tutti. Alfio, Edo ed Enrico porteranno le vetture da Genova via traghetto in Egitto passando per Tunisia e Libia. Ad El-giza (Cairo) ci ritroveremo con mogli e figli. La prima tratta attraversera’ il deserto egiziano, con il cimitero delle balene lungo il confine Libico ed il rientro sul Nilo per visitarela Valle dei Re e delle Regine, poi discesa sino ad Aswuan lungo il corso del fiume. L’attraversamento del confine Egitto-Sudan è esclusivamente fattibile in traghetto, scenderemo quindi il Nilo per circa 350 km su chiatta sino a Wadi alfa. Da li la discesa del Nilo sudanese con l’incredibile possibilita’ di visitare le piramidi dei faraoni neri e l’antica Nubia. Entreremo poi da nord in Etiopia per dirigerci ad Addis Abebadove lasceremo le macchine in attesa della prossima tappa. Stimiamo circa 7900 km in questa prima tratta.

Durante i mie viaggi mi piace prendere appunti e curiosità dei luoghi che attraverso, ho notato che arrivando a casa a volte è piacevole navigare con la fantasia nei posti dove si sono provate un’infinità di emozioni. Ovviamente non sono uno scrittore e tanto meno mi atteggio ad esserlo, prendi questa raccolta di pensieri in modo easy, magari qualche appunto potrà esserti utile in un tuo futuro viaggio.

0412041BLOEMFONTEIN 4-12-2004 Il viaggio è stato abbastanza stancante, per chi non ha approfittato della classe business,ma con la voglia che abbiamo di vedere questa terra dei miracoli te lo fa dimenticare.Scopriamo al nostro arrivo che voli interni sono troppo costosi e quindi optiamo per un bel viaggio in macchina. 420 km di caldo eccezzionale e con un cielo incredibile.

010704a01/07/04 E' cominciata la trasferta ginevrina per l’otto metri si bona ed il suo equipaggio. La barca è in perfetta forma, l’equipaggio pure, ora bisogna solo darsi da fare e mettere a punto le ultime finezze. Oggi a Ginevra il tempo è stato brutto e fresco, ma questo ha portato un bel vento e ci ha permesso di provare alcune soluzioni e regolazioni. La bella notizia è nel numero degli iscritti circa trenta ,di cui una decina iscritti per la coupe cartier. L’altra imbarcazione italiana ali’-baba’ è all’ormeggio in attesa del suo equipaggio, un’altra buona nuova è la partecipazione di Carron II velocissimo otto metri di casa. Domani le stazze e delle regate serali per testare tutto e tutti.

55eA coronamento di una stagione agonistica entusiasmante l'imbarcazione italiana Cibèle II° dell'armatore Luca Chirieleison, dopo aver vinto il Campionato Svizzero, la coppa AIVE e la Supercoppa del Lago Maggiore 2003 ed essersi classificata al 2° posto nella Classic Cup e nella Coppa di Francia, ha vinto il Campionato del Mondo dell'International 5.5 Metre Class categoria "Classic", svoltosi dal 24 al 29 Agosto nelle acque atlantiche di Bénodet (Francia), davanti al Finlandese Matti Muoniovaara su Chaje III° già vincitore nel 2000 a Genova del Campionato Europeo.