Cusco e la città Inca

Questa mattina a ollatayambo visitiamo le rovine di un’antica fortezza Inca difesa a strenua forza dal comandante Pizarro. Interessante ma decisamente meno coinvolgente delle rovine di Machu Pichu.

image

Le sporgenze che si notano sui massi levigati, sono i punti di aggancio per il trasporto, poi andavano finite togliendoli del tutto.
Facciamo spesa e andiamo verso Maras dove visitiamo un profondo terrazzamento dove, si dice, siano state fatte delle sperimentazioni sulla qualità delle coltivazioni.
Posto decisamente affollato con tanto di torpedoni di gente in quad.
Sul nostro cammino di rientro alla capitale Inca, troviamo le saline di Maras   dove scendiamo per ammirare le pozze terrazzate dove scorre acqua tiepida e salatissima. I colori rapiscono e creano degli spot interessanti.

image

Risaliamo dal “buco” in mezzo ad un  casino di pulmini auto e tricicli… Troviamo una “trattoria” locale dove con una velocità spaziale mangiamo pollo e riso, piatto locale e tipico.
image

Giro per le tessiture del paese di Cinchero dove visitiamo anche una chiesa costruita dagli spagnoli sulle mura di un tempio Inca.
La meteo cambia repentinamente e fa freddino nel ritorno a Cusco che è a 3500mt.
Troviamo subito il campeggio che viene usato anche come deposito a lunga scadenza, infatti ci sono ferme tre macchine americane e una francese.

image

Piazziamo un campo stabile visto che ci fermeremo anche domani per la visita della città.
Un gran bella pasta al tonno allieta la serata.
Campo sopra  Cusco.

2 thoughts on “Cusco e la città Inca

  • 19 gennaio 2016, 10:42

    Ciao Alfio, abbiamo letto con piacere e grande interesse il blog del/dei viaggi in Sud America partendo dal link che hai postato sul forum dei motoviaggiatori. Il nostro nickname sul forum è Skotfoss. Siamo una coppia di appassionati motoviaggiatori.
    Dopo vari viaggi in Asia sogniamo di fare il Sud America con la nostra BMW Gs Adventure percorrendola da sud a nord. Per ora ci frenano il fattore tempo (bisogna avere almeno 2/3 mesi per spedire la moto e avere il tempo di percorrere il continente vedendo qualcosa) e i costi. Ma…i sogni non muoiono mai…grazie per avere condiviso l’esperienza
    Cristina e Knut

    • Alfio Lavazza
      19 gennaio 2016, 20:11

      Ciao!
      Pensavo di non aver letto in tempo… ma vedo che avete scritto questa mattina! Che culo! scrivimi pure una mail che se posso qualche aiuto piu’ che volentieri. Guarda che la moto ti arriva in 20 gg. non è impossibile, anzi con una moto se ti stufi è questione di un attimo, ho parlato con un ragazzo che con un bmw l’ha spedito direttamente dall’honduras fino a Cartaghena per 1200$.
      fatti sentire guarda qua: http://www.drivetheamericas.com/wiki/vehicle-shipping-across-darien-gap

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *